martedì 25 luglio 2017

SEMIFREDDO CON CIOCCOLATO E CREMA


Ingredienti per 6 -8 persone : 200 gr di savoiardi 400 gr di crema pasticcera 100 gr di panna montata 7-8 tazzine di caffè amaro o leggermente zuccherato aromatizzato con un bicchierino di liquore a scelta 60 -70 gr di cacao amaro in polvere
Preparazione : Ad un terzo della crema amalgamare il cacao con metà della panna montata e stendere il composto su uno stampo a forma di cassetta. Adagiarvi uno strato di savoiardi leggermente imbevuti di caffè e quindi uno strato della restante crema senza cacao, alla quale sarà già stato unito il resto della panna. Continuare così di seguito fino a riempire lo stampo. Fare raffreddare in congelatore. Far ammorbidire a temperatura ambiente e capovolgerlo su un piatto da portata.

 Buon appetito! ! ! !


fonte Le ricette di EMY

sabato 22 luglio 2017

Zuppetta golosa con spaghettini tritati al profumo d'oriente.


Ingredienti. Per 6 persone Scampetti sei, mazzancolle sei Cicale sei, calamaretti cinque ,razza 300 grammi Cozze nere 150 grammi e vongole 250 grammi. semi di cumino un cucchiaino da caffè Prezzemolo due ciuffi Una costa di sedano Un peperoncino verde non piccante Aglio tre spicchi, alloro due foglie Basilico tre quattro foglie Olio evo qb Spaghetti da tritare per una lunghezza di massimo due centimetri 350 grammi Vino bianco secco ½ bicchiere pepe nero qb
Preparazione: Dopo aver lavato tutto il pesce, tagliare i calamaretti ad anellini lasciando intera la testa con i tentacoli adagiarli in una grossa padella cosparsa di olio uno spicchio d’aglio e una foglia d’alloro (la padella dovrà poi contenere tutta la preparazione) Il tutto a freddo e tenerla da parte.

. Privare tutti i crostacei del carapace e della testa per le cicale anche la coda mettere da parte la polpa, in una pentola mettere olio peperoncino verde dolce aglio la costa di sedano due foglie di alloro i gambi del prezzemolo un pizzico di sale e aggiungere le teste e il carapace dei crostacei far rosolare con fiamma allegra sei sette minuti sfumare con vino bianco fare evaporare la parte alcolica ed aggiungere due litri di acqua coprire e lasciare andare per 20/ 25 minuti. In una piccola padella antiaderente tostare leggermente i semi di cumino,poi ridurli in polvere e aggiungerli al brodo.

 Fare aprire le vongole e le cozze anche insieme in una pentola con olio prezzemolo ed aglio la cosa importantissima appena aperte togliere dal fuoco, se cucinano troppo i molluschi induriscono lasciare raffreddare e togliere il frutto dalle valve. Filtrare il liquido per eventuale presenza di sabbia e tenere da parte.


Togliere il brodo dal fuoco con un colino separare tutte le teste i carapaci e gli odori utilizzati dal liquido e rimetterlo nella pentola sempre a fuoco moderato farci cucinare dentro la razza per 6/7 minuti toglierla e pulirla da pelle e ossicini tenere da parte solo la polpa .

 Accendere il fuoco sotto la padella con i calamaretti e stufarli delicatamente a cottura quasi ultimata aggiungere le code degli scampi e delle mazzancolle e la polpa delle cicale Continuare la cottura per 3 / 4 minuti.

 Nel frattempo lessare gli spaghettini in acqua salata e scolarli molto aldente unire a questo punto tutte le parti nella padella con i calamaretti ed i crostacei, brodo, vongole e cozze razza sfilacciata e spaghettini lasciare il tutto molto brodoso portare a bollore mescolare delicatamente spegnere aggiungere il prezzemolo tritato una macinata di pepe aggiustare di sale e servire calda e fumante e buon appetito.


realizzata da  Flaviano Iammarino

venerdì 21 luglio 2017

Risotto alla pescatora

ingredienti
400 g di gamberi freschi 400 g di vongole veraci 500 g di cozze 400 g di calamari 4 gamberoni 360 g di riso arborio o parboiled 400 ml circa di fumetto di pesce ( in seguito la ricetta) 4 cucchiai di olio extravergine di oliva Un pizzico di sale 2 spicchi di aglio ½ bicchiere di vino bianco secco 1 spruzzata di brandy 1 ciuffetto di prezzemolo Facoltativo: 1 Peperoncino piccante secco Facoltativo: 2 cucchiai di passata di pomodoro Procedimento (preparazione: 1 ora e mezzo cottura: 20 min.)
Per preparare il risotto alla pescatora la prima cosa da fare è pulire i vari pesci: mettete le vongole a bagno in acqua fredda per qualche ora. Sciacquate le cozze in abbondante acqua corrente, quindi raschiate via con un coltellino le eventuali formazioni che si trovano sul guscio. Con un gesto deciso, tirate il pelo che fuoriesce staccandolo del tutto. Strofinatele per bene una ad una con una paglietta per eliminare tutte le impurità. Alla fine risciacquatele bene una ad una. Eliminate la testa dei gamberi, staccate le zampe e la coda e sgusciateli, tenendo da parte tutti le teste e i carapaci. Con questi, preparate il fumetto di pesce seguendo la ricetta: 500 g di scarti di pesce e crostacei 3 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 spicchio di aglio 40 g di porro o di cipolla 5-6 pomodorini pachino Un pizzico di sale Un ciuffetto di prezzemolo Una spruzzata di vino bianco 1 litro di acqua Procedimento (preparazione: 45 min. cottura: 1 ora)

Per preparare il fumetto di pesce, iniziate con la pulizia del pesce e dei crostacei: sfilettate il pesce e tenete da parte le teste, la lisca centrale e le pinne. Eliminate la testa dei gamberi, le zampe e sgusciateli; tenete da parte il carapace, le zampe e le teste. Tagliate il porro a rondelle, sbucciate l’aglio e lavate i pomodorini, lasciandoli interi. In un’ampia pentola fate soffriggere l’aglio e il porro nell’olio, quindi unite gli scarti di pesce e schiacciateli leggermente con il cucchiaio. In questo modo le teste dei crostacei rilasceranno tutto il loro sapore. Alzate la fiamma e sfumate con una spruzzata di vino bianco. Lasciate evaporare bene e, quando non sentirete più l’odore del vino, riabbassate la fiamma e unite i pomodorini e il prezzemolo insieme a un pizzico di sale (non esagerate, perché il fumetto di pesce è già di per sé molto saporito). Aggiungete anche l’acqua. Coprite con un coperchio e fate sobbollire a fiamma bassa per circa un’ora. Controllatelo di tanto in tanto e, se vedete che sulla superficie si è formata un po’ di schiuma, eliminatela con una schiumarola. Trascorso il tempo di cottura il fumetto di pesce si sarà pressappoco dimezzato. Spegnete il fuoco e filtratelo attraverso un colino. Il vostro fumetto di pesce è ora pronto per essere utilizzato, si può anche preparare il giorno prima. Continuando con la preparazione del pesce per il risotto: Con uno stuzzicadenti, incidete il dorso del gambero e tirate via l’intestino delicatamente. Tagliate a questo punto la polpa dei gamberi a pezzetti. Sciacquate abbondantemente sotto l’acqua i gamberoni. Se decidete di cuocerli nel risotto e di non lasciarli interi, puliteli come avete fatto con i gamberi, altrimenti teneteli da parte. Eliminate la pelle e le viscere dei calamari, sciacquateli accuratamente anche all’interno e tagliateli a listarelle. Tagliate a pezzetti anche i tentacoli. In un’ampia padella mettete dell' olio e uno spicchio d'aglio, fate rosolate e unite le vongole e le cozze.
Coprite con un coperchio e accendete il fuoco a media intensità; aspettate che le vongole e le cozze si aprano. Togliete la padella dal fuoco e con un mestolo forato mettete da parte le vongole e le cozze. Filtrate l’acqua in cui si sono aperte e generale da parte Sgusciate le vongole e le cozze (potete lasciarne qualcuna intera per decorare) e tenetele da parte. In un'altra padella mettete ncors un po' di olio e fste rosolare per dueinuti i gamberi a pezzetti. Ora è tutto pronto per preparare il risotto alla pescatora: in un’ampia padella fate soffriggere il peperoncino tritato e l’aglio sbucciato in 3 cucchiai di olio. Lasciate l’aglio intero così poi potrete eliminarlo; alcuni lo tritano finemente, ma secondo me poi il suo sapore risulta eccessivo e va a coprire quello del pesce. Quando l’aglio inizia a sfrigolare aggiungere i calamari a pezzetti, poi aggiungete il riso, salatelo leggermente e fatelo tostare due minuti circa. Alzate la fiamma e sfumate con il vino bianco. Lasciatelo evaporare bene, finché non sentirete più l’odore, quindi riabbassate la fiamma, eliminate l’aglio e versate un po’ di fumetto di pesce.Aggiungete un pizzico di sale e, se vi piace, la passata di pomodoro ( io ho messo). Cuocete il risotto per 3-4 minuti, mescolandolo sempre e aggiungendo altro fumetto di pesce se quello precedente è stato assorbito. Continuate a cuocere il risotto a fiamma bassa, mescolando sempre e allungandolo con il fumetto di pesce quando è necessario. Trascorsi 7-8 minuti, occupatevi della cottura dei gamberoni: in una padella a parte fate scaldare un filo d’olio e unitevi i gamberoni. Cuoceteli 2 minuti per parte (nel frattempo continuate a girare il riso!), poi alzate la fiamma e sfumate con una spruzzata di brandy (se non ce l’avete potete usare il vino bianco). Lasciate evaporare bene per un minuto o due e spegnete il fuoco. Un paio di minuti prima che il risotto alla pescatora giunga a cottura, unitevi le cozze e le vongole sgusciate e i gamberi a pezzetti. Mescolate bene e ultimate la cottura unendo il liquido della cottura delle vongole e cozze al posto fel fumetto. Unite infine i gamberoni e il prezzemolo tritato . Spegnete il fuoco e lasciate riposare il risotto alla pescatora per un minuto o due. Servite il risotto alla pescatora subito, guarnito con le cozze e vongole lasciate da parte

fonte

"Nidi di fettuccine di Gragnano con pesto di zucchine e gamberetti"



Ingredienti per il pesto: 200 gr di zucchine 30 gr di pinoli 10 gr di basilico fresco 2 gr di sale 125 gr di olio d'oliva extravergine 30 gr di parmigiano grattugiato 30 gr du pecorino grattugiato 

Per il sugo: 250 gr di gamberetti Aglio 30 gr olio extravergine Un pizzico di sale.
Per preparare le fettuccine con pesto di zucchine e gamberetti iniziate dal pesto. Lavate le zucchine, privatele delle estremità e grattugiatele con una grattugia a maglia larga. Ponete quindi le zucchine grattugiate in un colino così che perdano il liquido in eccesso e salatele leggermente .

 Mettete nel mixer le zucchine i pinoli e le foglie di basilico precedentemente pulite delicatamente con un panno asciutto. Aggiungete anche il Parmigiano grattugiato, il pecorino e infine versate l'olio extravergine d'oliva. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa aggiungete un pizzico di sale e mettete da parte. Passate ai gamberetti: per prima cosa incidete il dorso con un coltello per tutta la lunghezza e, con la punta, tirate via l'intestino. Prendete una padella antiaderente, versateci dell'olio extravergine e mettete a rosolare lo spicchio d’aglio. Una volta rosolato togliete l'aglio e aggiungete i gamberetti. Fateli saltare per circa 5 minuti a fuoco medio, fino a che non avranno formato una crosticina croccante all'esterno. Portate quindi a bollore una pentola di acqua salata e fate cuocere le fettuccine, scolatele molto al dente per poter poi terminare la cottura in padella insieme ai gamberetti. Tenete da parte un paio di mestoli di acqua di cottura.

Trasferite le fettuccine nella padella dove avete cotto i gamberetti. Fate cuocere insieme per un minuto, aggiungete un mestolo di acqua di cottura e infine unite, a fuoco spento, il pesto di zucchine.

 BUON APPETITO ♡

Fonte

martedì 18 luglio 2017

10 DIFETTI DEI SEGNI ZODIACALI

















lunedì 17 luglio 2017

Paccheri con pesce spada e melanzane


Pesce Spada 500gr di paccheri 500gr di melanzane 500gr di pomodorini rossi Basilico fresco tritato 1 bicchiere di vino bianco secco Olio extra vergine di oliva q.b. 1 bicchiere di aceto dolce agro Sale q.b.
Pulite le melanzane, tagliatele a dadini piuttosto grossi e mettetele sotto sale per 10 minuti. Nel frattempo togliete la pelle esterna del pesce spada, tagliatelo a cubetti e rosolatelo in una padella antiaderente per 10 minuti circa. Bagnate il pesce con il dolce agro, lasciatelo evaporare e unite il vino facendo la stessa cosa. Colare e asciugare le melanzane e successivamente friggetele in olio bollente; una volta pronte, scolatele e unitele al pesce spada. Tagliate i pomodorini, tuffateli nella padella e cuocete per altri 10 minuti. Infine, lessate i paccheri al dente, uniteli al sugo, saltate il composto fino a fare amalgamare il tutto e servite il piatto guarnendolo con del basilico tritato o in foglia.

fonte

Dieta degli 8 Bicchieri d’Acqua: Perdi 4 Kg in 7 Giorni

Tutti conoscono i numerosi benefici dell’acqua: aiuta a depurare l’organismo, stimola la diuresi ed è un valido aiuto per contrastare l’invecchiamento.

La dieta degli 8 bicchieri d’acqua è un regime dietetico sano ed equilibrato, prevede l’assunzione di 8 bicchieri di acqua prima dei pasti principali e l’alimentazione sarà basata prima di tutto su frutta e verdura, ovviamente potremo mangiare anche pasta, riso, carne e pesce anche se in dosi più moderate.
La regola di questa dieta è quindi quella di bere due bicchieri di acqua prima della colazione, del pranzo e della cena e un bicchiere prima dello spuntino mattutino e della merenda pomeridiana.

L’acqua ci darà un senso di sazietà, in questo modo potremo mangiare con meno appetito e quindi sentirci subito più sazi.

Proprio per questo la dieta che vi proporremo sarà una dieta equilibrata, proprio perché aggiungendo l’acqua non avremo bisogno di eliminare alcune categorie di alimenti, potete quindi mangiare con molta tranquillità e senza sentirvi in colpa, l’importante è rispettare le dosi.



LUNEDI Colazione: tè con limone e un cucchiaino di miele, 4 biscotti integrali, 3 noci. Spuntino: una spremuta d’arancia Pranzo: 80 g di spaghetti pomodoro e basilico, un uovo sodo, 100 g di insalata Merenda: una mela Cena: 2 fettine di petto di pollo alla griglia, un piatto di broccoli romani al vapore, una fettina di pane

 MARTEDI . Colazione: uno yogurt magro, cereali integrali, 3 mandorle Spuntino: un’arancia Pranzo: 60 g di riso con zucchine, 50 g di ricotta di mucca, insalata di songino e radicchio Merenda: una pera Cena: un trancio di salmone al vapore, un piatto di broccoli siciliani al vapore, una fettina di pane

MERCOLEDI . Colazione: una tazza di latte (anche vegetale) due fette biscottate integrali con un velo di marmellata Spuntino: un kiwi Pranzo: 80 g di pasta con gamberi e zucchine, insalata mista con pomodorini e carote. Merenda: 200 g di mirtilli Cena: un’orata al cartoccio, insalata mista di lattuga, carote e pomodorini.
GIOVEDI . Colazione: tè con limone e un cucchiaino di miele, 4 biscotti integrali, un frutto. Spuntino: una spremuta d’arancia Pranzo: zuppa di legumi, insalata mista di lattuga con cetrioli e finocchi. Merenda: una banana. Cena: passato di verdure, 100 g di bresaola, una fettina di pane

VENERDI . Colazione: uno yogurt magro, cereali integrali, 3 noci. Spuntino: un’arancia Pranzo: 80 g di pasta con broccoli, 100 g di prosciutto crudo senza grasso. Merenda: una mela Cena: insalata mista con due uova sode, carote, pomodorini e finocchi, una fettina di pane

SABATO . Colazione: una tazza di latte (anche vegetale) due fette biscottate con un velo di marmellata Spuntino: una spremuta d’arancia Pranzo: 80 g di riso basmati con zucchine, broccoli romani al vapore. Merenda: una mela Cena: 100 g di bresaola, 50 g di ricotta di mucca, un piatto di spinaci lessi conditi con olio e limone, una fetta di pane.

 DOMENICA . Colazione: tè con limone e un cucchiaino di miele, 4 biscotti integrali, un frutto. Spuntino: una spremuta d’arancia Pranzo: 80 g di orecchiette con cime di rapa, 50 g di stracchino. Merenda: un kiwi. Cena: filetto di merluzzo al vapore, una patata al vapore, broccoli siciliani cotti al vapore.

Regole da seguire Preferite condimenti leggeri come olio extra vergine di oliva a crudo, limone e aceto. Cercate di fare almeno 30 minuti di camminata veloce per 3 volte a settimana. Ricordatevi di bere l’acqua prima dei pasti. Se siete presi da improvvisi attacchi di fame durante la giornata bevete acqua oppure fatevi una tisana, addolcitela con poco miele se non riuscite a berla amara. Sono concessi solo due caffè al giorno ma solo un cucchiaino di zucchero, se potete eliminatelo del tutto, al suo posto provate la stevia, un dolcificante naturale.


fonte

domenica 16 luglio 2017

DOLCE VARIEGATO


Ingredienti per 6 persone : 75 gr di cioccolato fondente a pezzetti 175 gr di burro 175 gr di zucchero di canna 3 uova sbattute 175 gr di farina 2 cucchiai di latte
Preparazione : Preriscaldare il forno a 180 *. Imburrare uno stampo da plum cake da circa 1 kg. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, mescolando di tanto in tanto. Lasciare raffreddare. Mescolare il burro ammorbidito con lo zucchero di canna fino a ottenere un impasto soffice. Versare a poco a poco le uova sbattute. Aggiungere la farina, versare il latte e mescolare il tutto. Trasferire metà dell'impasto in un'altra ciotola. In una delle due versare il cioccolato fuso. Versare nello stampo l'impasto chiaro e successivamente quello al cioccolato. Con un cucchiaio disegnare delle onde attraverso i due tipi di impasto, in modo da creare l'effetto marmorizzato. Infornare per circa 50-60 minuti, fino a che il dolce risulti cotto. Lasciare raffreddare nello stampo per 5 minuti, quindi servire tiepido. Buon appetito! ! ! !

fonte Le ricette di EMY

venerdì 14 luglio 2017

"BONET"


Ingredienti per Bonet:600 gr di latte intero fresco, 150 gr di panna, 340 gr di uova intere, 150 gr di zucchero, 30 gr di caffè espresso, 15 gr di rhum, i semi di una bacca di vaniglia, 150 gr di amaretti sbriciolati Rosetta Santoro Per il bonet:
Versate in un pentolino panna e latte e portate a bollore. In una ciotola miscelate velocemente con aiuto di un cucchiaio di legno, senza montarle, le uova e lo zucchero. ***Attenzione a NON montare le uova, vanno solo miscelate: se venissero montate, il dolce risulterebbe tutto bucherellato e spugnoso. Unite il cacao precedentemente setacciato, il caffè, la vaniglia, il rhum. Incorporate gli amaretti tritati grossolanamente e continuate a lavorare. Versate sul composto il latte e la panna bollenti e amalgamate bene con la frusta, cercando di non incorporare aria. Per il caramello: Versate un po’ di zucchero in un pentolino ben caldo e fatelo sciogliere a fuoco lento. Unite a pioggia altro zucchero, poco alla volta, e fate caramellare. Versate il caramello ottenuto sul fondo degli stampi distribuitelo uniformemente su tutta la superficie. Preparazine
Versate il composto per il bonet negli stampi e trasferiteli sul fondo della teglia e infornate a 130-140°C per circa 1 ora o finché non vedete che non traballa più. Sfornate, lasciate raffreddare e poi passate la lama di un coltello lungo i bordi dello stampo. Capovolgete su un piatto da portata e sformate delicatamente. Con aiuto di un sac à poche guarnite il dolce con ciuffetti di panna montata. Completate con i chicchi di caffè e gli amaretti, spolverizzate con il cacao amaro e servite. ***Se il dolce si gonfia durante la cottura, aprite lo sportello del forno per far abbassare la temperatura, eviterete che il bonet risulti granuloso. Le uova non devono montare, bisogna solo mescolarle con lo zucchero e il cacao. La quantità di panna può variare, in rapporto al grado di struttura e cremosità che si vuole ottenere. Il bonet si gusta e si taglia meglio previo riposo in frigo di almeno qualche ora. Meglio sarebbe cucinarlo il giorno prima di gustarlo. Io di solito cucino 2 teglie, una la servo appena fredda e una metto in congelatore e suo all’occorrenza. Potete tenerlo in congelatore e dura anche 1 mese se ben avvolto con la pellicola. Una volta che vi serve mettete lo stampo in frigo a scongelare per una notte

.Realizzata Da Rosetta Santoro

linguine allo scoglio


Ingredienti Ingredienti Linguine allo scoglio [FOTO] per quattro persone 360 Gr Di Linguine Frutti Di Mare A Scelta: Circa 2 Kg Di Cozze, Vongole, Arselle, Tartufi Di Mare, Fasolari, O Altre Varietà Locali 8 Crostacei Grandi A Scelta Tra Gamberoni, Scampi E Mazzancolle 20 Crostacei Piccoli A Scelta Tra Gamberetti E Scampetti 2 Spicchi Di Aglio 400 Gr Di Pomodorini Ben Maturi 6 Cucchiai Di Olio D’oliva Extra Vergine Una Manciata Di Foglie Di Prezzemolo Tritate Sale Q.B. Peperoncino Rosso Piccante
Iniziate a pulire i frutti di mare facendo spurgare cozze e vongole almeno 4 ore prima della preparazione. Ponetele in un contenitore con dell'acqua, aggiungete un po' di sale grosso e una spruzzata di aceto o un succo di limone. Durante questa operazione è necessario cambiare l'acqua almeno tre volte, preoccupatevi di togliere il residuo di sabbia che si sarà depositato sul fondo. In una padella ponete uno spicchio d’aglio schiacciato e un filo d'olio, accendete la fiamma abbastanza alta e buttate le cozze precedentemente pulite; bagnate tutto con del vino. Dopo alcuni minuti le conchiglie saranno aperte, rimuovetele dalla padella, filtrate il liquido prodotto e ripetete l’operazione con le vongole. Eliminate tutti i molluschi che durante questa precottura non si sono aperti.

 Lavate i crostacei sotto l’acqua corrente, vi consigliamo di eliminare una parte dei filamenti presenti per evitare di ritrovarli nella salsa. In una padella molto ampia, o in un tegame ugualmente capiente, mettete l’olio e gli spicchi di aglio schiacciati, fateli rosolare qualche minuto e successivamente togliete la padella dal fuoco. Se non amate particolarmente l’aglio è possibile toglierlo dopo la precottura.


All'interno della stessa padella in cui avete cucinato i crostacei, gettate i pomodorini tagliati a metà, se sono particolarmente grandi potete tagliarli anche in quattro parti. Fate cuocere tutto per 3/4 minuti a fuoco molto vivo. Unite successivamente i crostacei, e continuate la cottura per altri 5 minuti. Aggiungete infine il peperoncino piccante e i molluschi, mischiate tutto con delicatezza e aggiungete l'acqua di cottura di vongole e cozze. Procedete con la cottura ancora qualche minuto, mescolando per bene così da far amalgamare e insaporire tutti gli ingredienti con il sughetto. Aggiustate di sale ma attenzione a non esagerare, tendenzialmente l’acqua dei molluschi è abbastanza salata.

Mettete a bollire l'acqua della pasta. Togliete i crostacei ed i frutti di mare più grandi dal sugo, li utilizzerete successivamente come decorazione del piatto. Raggiunto il giusto tempo di cottura, scolate la pasta e fatela saltare nella padella con il sugo, successivamente spolverate il tutto con un bel po' di prezzemolo tritato.

Distribuite la pasta nei piatti, completate con un filo di olio crudo, e ponetevi sopra i frutti di mare e i crostacei di decorazione. Servite il vostro piatto ancora caldo.

fonte